La Pan

Sono passati ormai molti anni da quando le prime timide formazioni di velivoli a getto sibilavano nei cieli italiani di quei mitici Anni '50. Potra' sembrare un po' scontato sfoderare i toni della nostalgia, ma e' un dato di fatto che l'Aeronautica Militare Italiana di oggi, molto piu' simile ad un efficace strumento militare difensivo di quanto non fosse in passato, deve molto a quei generosi manipoli di piloti delle pattuglie acrobatiche, animati da un indomabile entusiasmo e da una viscerale, romantica passione per il volo acrobatico in formazione.

Questa nostra grande tradizione, nata negli Anni '30, dopo l'interruzione della guerra e le vivaci ed entusiastiche esperienze degli Anni '50 e' stata incanalata nell'attivita' di un'unica Pattuglia Acrobatica Nazionale e ci ha consegnato un patrimonio morale e storico che difficilmente trova eguali negli altri Paesi.

Ancora oggi in un momento storico in cui l'attivita' dei team acrobatici sembra essere legata piu' che altro a operazioni di promozione commerciale a favore degli aeroplani, i veri protagonisti sono sempre loro, i piloti che li portano in volo, con la loro abilita', la precisione e, in fondo, la passione, che li accomuna superando ogni confine, a maggior ragione oggi che sono crollati muri e cortine di ferro.

E' incredibile pensare che gli stessi velivoli che in operazioni di guerra sanno colpire con micidiale e devastante precisione, siano egualmente capaci di suscitare ammirazione e fascino con le loro eleganti evoluzioni acrobatiche.

Ma sono sempre loro, i piloti, gli artefici di queste straordinarie metamorfosi. A loro, dunque, e soprattutto a coloro i quali hanna dato la vita nello svolgimento dell'attivita' acrobatica, riuscendo ad affascinare le folle di tutto il mondo, dedichiamo, qui di seguito, alcune sezioni cliccabili. Senza enfasi, senza retorica ma con un profondo senso di gratitudine.



                      Formazione in volo        Formazione in volo rovescio       

Il sorriso entusiasta di un bambino o gli occhi commossi di un nostro connazionale all'estero potrebbero da soli giustificare l'esistenza delle Frecce Tricolori, ma le finalita' che perseguiatano non sono solo legate alla spettacolarita' delle manovre acrobatiche o al sentimento, seppur altissimo e nobile, dell'amore per la Patria.

Il 313° Gruppo e' un Reparto Operativo dell'Aeronautica Militare, che assolvendo ai propri compiti di rappresentanza puo' fornire l'esempio dei valori umani, culturali, organizzativi e tecnologici di un'Italia che puo' "volare" meglio e piu' in alto di chiunque altro.

                      Formazione in volo vista dall'interno        Formazione in volo con fumogeni       

Comunicare con il pubblico e' uno degli obiettivi primari per la P.A.N.; per questo motivo che e' stato istituito l'Ufficio Relazioni Esterne, che ha il compito di mantenere i contatti con l'esterno. Oltre che a curare i rapporti con la stampa nazionale ed estera, il personale dell'Ufficio P.R. si occupa della pianificazione delle visite alla base di Rivolto, dell'organizzazione di conferenze e del coordinamento di altre iniziative.

L'ufficio e' inoltre il principale punto di riferimento per tutti i Club Frecce Tricolori e per coloro che intendono istituirne di nuovi.

BASE AEREA RIVOLTO 313 Gruppo Addestramento Acrobatico Pattuglia Acrobatica Nazionale Via Udine, 56 33033 Rivolto - UDINE www.aeronautica.difesa.it info mail: pan@aeronautica.difesa.it Tel. +39 0432 90.21.66 - Fax +39 0432 90.21.78