4a Aerobrigata

Il 5 Stormo C.B. basato a Villafranca era stato il primo a ricevere gli F-84G e sotto il comando del Col. Paolo Moci si mise all'opera per mettere insieme una pattuglia di "manici" guidata dal Maggiore Deggiovanni; come nome fu scelto lo stesso del codice radio del 103 Gruppo "Guizzo" e la sua composizione: Mar. Pillepich, Ten. Bladelli, Cap. Marsilli. Nell'aprile del 1953 avveniva la prima uscita ufficiale a Villafranca, alla presenza dell'Air Marshall Saunders della RAF ma l'evento che consacro' i "Guizzo" a livello internazionale si tenne in estate sulla base olandese di Soesterberg; era un'occasione troppo importante, ne andava del prestigio della forza aerea italiana e la nostra pattuglia in quell'occasione si trovava a dover competere con le pattuglie inglesi e olandesi. Fu deciso di esibirsi nella suggestiva figura collettiva della "bomba".



                      Passaggio sulle tribune della Pattuglia Guizzo        I primi Getto Tonante sullo sfondo di un P-51 Mustang       

Di seguito le magnifiche parole dello storico Enrico Leproni: "I quattro F-84G della 5a Aerobrigata si alzarono in candela nel cielo, per poi aprirsi quasi a formare un fiore e tornare quindi in picchiata verso terra da quattro direzioni diverse incrociandosi sulla pista a pochi metri dal suolo". Fu un successo incredibile. La pattuglia effettuo' in seguito numerose uscite e nel maggio 1954 ebbe modo di distinguersi ancora davanti ad un pubblico internazionale in occasione del 2 Festival Aereo Internazionale di Madrid; sull'aeroporto Cautros Vientos, la formazione strabilio' il pubblico eseguendo per tre volte successive l'incrocio dei velivoli sulla pista a fine della "bomba" e surclassando le pattuglie concorrenti, la 36th FBS dell'Air Fprce americana e quella portoghese. I "Guizzo" si esibirono successivamente in Germania, a Colonia e a Norimberga. La fama ottenuta dal team del 5 Stormo indusse la forza aerea a realizzare un film, dal titolo "I quattro del getto tonante", per la cui realizzazione piloti e velivoli furono impegnati in seguito per piu' di un anno sperimentando anche nuove trasformazioni in volo.





Testi e fotografie        Album di pattuglia - Pietro Mazzardi (Delta Editrice)